distribuire perennemente il concetto del maschio in crisi.

è un fiorire di “maschi in crisi” da 20 anni ormai, ma…. di recente, la cricca della 27esimaora è in catena di montaggio a pieno regime, ricordando che… i maschi sono in crisiiii!!!1!!!!”£$”$4omg!!! e sono in crisi più che mai, devono essere in crisi, pure mio cuggino che una volta è morto ora è in crisi e c’è la crisi del maschio anche ai 4 formaggi prendi 2 paghi 3!!!!

gli ultimi articoli?
Malattie, i maschi hanno (più) paura?
La supermamma ora schiaccia il papà-giocattolo
Barboncini o erbivori: ecco gli ex maschi Alfa
The Show: «Essere uomini è più facile che essere donne»
Insicuri ma felici, i nuovi padri
L’anticoncezionale maschile che gli uomini non vogliono: troppi effetti collaterali
I figli di papà Pig Più liberi, più fragili
Femmine bulle e maschi fragili
il tutto nella manciata di poco tempo… e a scavare se ne potrebbero trovare altri titoli simili e senza troppi problemi.

come’era quella frase… ah si:
“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”
(by un certo Joseph Goebbels)

non è che, per caso, da sempre il maschio è in crisi e tanto quanto lo è la femmina? e forse perchè la vita è mutevole e l’adattamento non è un processo semplice? dovrebbe essere plausibile e legittimo.
…ma si sa… quando si fà politica aggressiva (come in questo caso, in cui si deve modificare senza mezzi termini un genere, il maschio) l’importante è il fine ultimo e non il modo con cui ci si arriva… (poi se a subire il tutto è il genere maschile, doppio chissenefrega)

è un continuo picchiare con il canonico concetto “maschio in crisi / femmine di successo ed intelligienti” da parte della propaganda di massa dalla tipica frangia femminista media. l’unico sistema informativo che questa gang ammette.

la cosa che fà sorridere maggiormente è che tutti quegli articoli da dove spuntano? 27esimaora?!?!?!?!? NO! stavolta compare nella sotto-sezione della 27esimaora, sezione “uomini – i segni del cambiamento
perchè la 27esimaora:

“non è solo femminismo di femmine, ma anche luogo per maschi”
/
hqdefault
da leggere con la voce di Camillo Milli quando interpretava il Gr. Ladr. Farabut di Gr. Croc. Mascalz. Assas. Figl. di Gr. Putt Marchese Conte PIERMATTEO BARAMBANI MEGALOM

ovviamente “uomini – i segni del cambiamento” è nella relativa sotto-sezione, relegati (come giusto che sia) nell’angolo virtuale a considerarsi una massa di infelici depressi delicati perdenti inutili esseri semi viventi.
(e non si dica che corriere/27esimaora sono di parte solo pro-femminile visto che per parcondicio mixato all’evergreen “pari opportunità”, hanno concesso questo inestimabile spazio anche ai maschietti che altrimenti non se la sarebbero cavata…)

e comunque, se questi sono i segni del cambiamento… mon dieu!

se da una parte c’è il “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità” di Goebbels… si aggiunge anche il perpetuare l’azione di convincimento in modalità PSYWAR…

PWDSEACLoudspeakerOp400

…e la PSYWAR a suon di megafono mi ricorda 2 film.
in “Apocalypsenow” c’è un momento del film in cui i protagonisti, accampanti lungo un fiume tra le fila di uno dei 2 eserciti, si ammazzano per un fottutissimo ponte. i vietcong però, usano anche altoparlanti a distanza per insultare gli americani. e la reazione ottenuta è il soldato che carica il lanciabombe e…
o come in “Miracolo a Sant’Anna” (di spyke lee) quando i 2 schieramenti, americani e tedeschi, stanno per affrontarsi ma, i nazisti tramite voce femminile cercano di far desistere i soldati neri, ricordando loro il razzismo dei bianchi… loro commilitoni… ottenendo (di contro) l’attacco americano stesso.
GUT!!!

alla fine, quei titoli ed articoli ad inizio post, non sono altro che un urlare con il megafono a squarciagola e nel mucchio, nozioni che ripetute di continuo diventano reali per alcuni. per altri diventano la scintilla per dire basta ed eventualmente ribellarsi in qualche modo (e qui se qualcun* si chiedesse come teh Donald è arrivato al potere, magari potrebbe trovarci una connessione)(in italia, lo stesso è avvenuto con la sinistra devastata e la lega che ha zompato la destra)

l’essere umano ha ancora molto da lavorare nel migliorarsi come persona. rivalutare e modificare certi comportamenti, dovrebbe essere un processo da seguire con un minimo di sale in zucca e saggezza. ed invece… giù a urlare i soliti slogan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...