guerra, virus, morte. e le streghe sono… andate :)

PARTE 1 – fate l’ammore non la guerra.

erano i primi giorni di gennaio 2020. l’iran riceveva un regalo, sottoforma di missile nei denti ad uno dei suo generali.
così, tanto a gradire.

(leggendo in giro, pare che l’america abbia inviato “un segnale” indiretto a russia e cina, in affari con l’iran. roba del tipo… occhio che noi teniamo l’esercito per tutto il pianeta).

un vero attacco diretto. tra 2 stati nemici… in zona contesa, ovvero l’iraq. un qualcosa di semplicemente preoccupante.
passa poco ed il popolo iraniano, guidato dal regime, inneggia alla vendetta ed al sangue dei nemici.
ed a questo punto la paura diventa palpabile.
sorpresa delle sorprese: passa poco e come se non fosse abbastanza… arrivano veramente: i missili iraniani. missili che… colpiscono VERAMENTE americani ed “alleati”. e la paura… diventa mostruosamente paurosa.

a quel punto, per chi ha vissuto in diretta… era quasi ovvio l’andazzo: “ok. tra poco è guerra nucleare e si muore tutti.

tutti hanno capito cosa è in ballo: due blocchi militari nucleari sono arrivati a collidere con le armi ed un’escalation nucleare… è sicuramente prossima. nell’immaginario più classico è il preludio al ritorno (per chi riesce a sopravvivere) al ritorno dell’età della pietra.
MA… al solito c’è sempre qualcuno che si concede una risata, anche nei peggior momenti.
una sorta di risata ironica per sdrammatizzare l’orrore inevitabile. e questo sentimento di disperazione ed ironia… esce da certi meandri dell’internet, quella più politicamente scorretta. qualcuno, nell’internet, spendeva qualche minuto per sfottere le femministe.

roba tipo:

ww3feminism

world-war-3-about-to-start-feminists-stop-protesting-for-equal-rights

questi alcuni meme usciti pochi istanti dopo l’attacco. passavano i minuti ed i meme si moltiplicavano in ogni angolo di internet.

inutili dire le conseguenze.
nei social network, il femminismo reagiva esplodendo di rabbia e moralismo (e report a far bannare questo e quello, rei di aver diffuso maschilismo violento tossico).

ad ogni meme, il femminismo letteralmente sclerava (come sempre quando qualcuno prova dire qualcosa contrario ai dettami assolutisti fanatici religiosi delle gattare).
anche perchè, cosa c’è di meglio se non fare un meme simile e portarlo nelle varie paginette femministe a scatenare odio e rabbia in coloro che si professano illuminati e  giusti? insomma: apriti cielo.

le femministe subito a vittimizzarsi, subito a dichiarare come i maschi tossici oppressivi siano sempre loro la causa di tutti i mali, che se fosse per il femminismo si vivrebbe meglio. che le donne al potere sono meglio (recentemente l’ennesimo “assaggio di femminismo al potere”). e duclis in fundo: il femminismo non ha mail voluto alcuna guerra.

interessante.

MA…

…tu puoi non volere la guerra…

…MA la guerrà può volere te.

ovviamente, le femministe devono dimostrarsi cretine… per cui subito che te le trovi a rispondere “ma ora solo i professionisti vanno in guerra!!! non esiste più la chiamata alle armi per solo maschi

ah!

a parte che è tutto da vedere… ma anche rimanendo al gioco… si, la nostra società ha armate militari di professionisti… MA se la società finisce in crisi VERA, tutto finisce in merda in un istante dove il buon senso evapora come neve al sole.

ora… piccola ma simpatica divagazione:

siamo in Svizzera. terra dove tutto è il contrario di tutto. dalla famosa purezza delle sue lande ma anche economia basata su banche che hanno fatto soldi nel sangue per taaaaaanto tempo. un paese che è neutrale per eccellenza, in caso di conflitto, MA ha un esercito professionale rinomato. sono neutrali si, ma neutrali con un armamentario di primissimo livello ed esercito addestrato.
ed è anche un paese che obbliga i maschi di ottemperare al servizio militare MA non alle femmine.

nel caso in cui un maschio, con i militari non abbia voglia d’averci a che fare, dovrà pagare un extra in tasse del 3% fino al raggiungimento dei 37 anni (military exemption tax) o un 400 franchi svizzeri. (La Costituzione [art. 59] prevede infatti che gli uomini svizzeri siano obbligati al servizio militare o civile. Chi non presta servizio obbligatorio, sia militare o civile, è tenuto a pagare la tassa)

e le femmine?

ovviamente le femmine non sono obbligate al servizio di leva ed ovviamente…

non pagano nulla 🙂

stupendo.

la cosa divertente è che nel 2013 venne portato al voto pubblico la decisione se finirla con l’obbligo del servizio militare: stop ai maschi nel dare un periodo della propria vita all’esercito / o per quei maschi che non vogliono militarizzarsi, stop all’obbligo per loro di pagare per starne fuori. oppure… continuare.

e come andò? beh, andò che votarono! ed il 75% si espresse: la leva deve rimanere obbligatoria. e dal momento che al voto accedono anche le donne, in quel 75% … si, insomma… ci stiamo capendo? 🙂

  • il genere femminile ha votato per una questione che non riguarda loro.
  • il genere femminile ha votato perchè i maschi siano obbligati a fare i soldatini o che continuino a pagare per non esserlo mentre le femmine ma anche no 😉

quando si dice fare i froci con il culo degli altri eh…

ma come al solito, quando sei una femminista ipocrita, è tutto vittimismo. per cui… subito frignare, via con lo show di dichiarazioni gattare:

  • ci chiedono di votare quando non abbiamo una parità effettiva!!! soprattutto per quanto riguarda i salari o l’accesso ai posti di responsabilità.
  • Le donne devono occuparsi di crescere i figli!!!!
  • Le donne sono troppo deboli per servire nell’esercito.
  • L’esercito deve semplicemente essere abolito.

RIASSUMENDO: voi stronzi maschi pezzi di merda stupratori violenti, continuate ad essere obbligati a fare i militari perchè vi abbiamo obbligato anche noi CHE NON SIAMO OBBLIGATE AL SERVIZIO MILITARE! ahahaha!!! non ci tange e troveremo mille scuse per scansare ‘sta rogna, ahahaha!

però ehy! il femminismo è per l’uguaglianza!!! ed è contro l’obbligo del servizio di leva.

…per le femmine ovvio.

pensavate per tutti? ahahaha, sciocchi.

comunque, divagazione finita.

torniamo a noi. giorni nostri.

PARTE 2 – fuoco e morte? nulla in confronto al femminismo.

se il mondo aveva scoperto (ri – scoperto?) con ORRORE che la morte, nella vita reale, era dietro l’angolo, l’Australia… beh… ebbe un assaggio a piene mani: incendio totale. le immagini del satellite mostravano un’isola / continente a fuoco. migliaia di volontari e pompieri finirono nel buttarsi in una lotta disperata ed impari…

e le femministe? beh, come ovvio che sia… subito a regalare perle d’infamia, chiedendo aiuto ai media perchè i maschi che andavano a spegnere gli incendi, poi tornavano a casa… a massacrare di violenza maschile patriarcale oppressiva le compagne. non scherzo: LINK ALL’ARTICOLO.

spettacolare.

ricordato questo, si potrebbe quasi dire “eh ma caspita, è una casualità”

…ah si?
poco dopo questi fatti, si schiantava in elicottere tal Kobe Bryant. o per meglio dire… 9 persone morivano in un incidente aereo. la celebrità era appunto kobe, noto giocatore di basket ed a detta degli esperti il più grande giocatore dell’era recente.
oltretutto era famoso in italia perchè aveva giocato da giovane nel nostro paese… cosa che lo aveva portato a legarsi con la nostra cultura, visto che parlava un ottimo italiano e capitava trovarlo a rilasciare interviste nella nostra lingua.
quando questo muore in quell’incidente (insieme alla figlia), tutti i tifosi espressero cordogio (capita sempre così).
MA qualcuno… approfittò per fare la solita propaganda…
orbene, chi riuscì a vomitar merda su questo tizio?!?!?!?!?
CHI?
domanda retorica 🙂
ma ovviamente sempre loro, le care femministe! le eroine del giustizialismo forcaiolo. dell’uguaglianza SOLO quando torna comodo loro.
ed in questo caso… cosa avevano a che fare con questo giocatore? salta fuori che il sig.Kobe era finito in un giro di accuse di stupro nel 2003 (sesso consensuale prima MA trasformato in stupro da parte della ragazza DOPO aver fatto sesso)(ragazzi, filmatevi sempre in compagnia di una femmina e conservate le vostre registrazioni) accuse poi ritirate quando il cestista aveva pagato l’accusatrice con MOLTI soldi. il fatto non era stato mica chiuso con il pagamento, perchè nel 2016, saltarono fuori presumibili prove di DNA. in ogni caso, la cosa rimane in un limbo, fino alla morte del giocatore.

comunque, il giocatore e simbolo, muore… ed appunto subito le femministe a battere cassa! tra tutte, in quei momenti, spicca evan racher wood (pare sia un’attrice famosa) con il suo viscido tweet che recitava “quanto accaduto è tragico. il mio cuore è a pezzi per la famiglia di kobe. era un’eroe dello sportivo. era anche uno stupratore. e queste verità possono coesistere contemporaneamente
SPETTACOLARE il moralismo femminista ipocrita. a parti invertite, quando è la femmina ad essere carnefice (anche solo presumibile) le femministe sono un cumulo di scuse. quando la vittima invece è femmina, le femministe si scatenano. SEMPRE.

in ogni caso, questo tweet è solo una parte del vomito femminista comune moralizzatore, perchè quel twet / post è solo una parte della merda femminista prodotta. è un momento ghiotto per fare propaganda femminista che si ritrova un altro bersaglio perfetto, su cui lucrare senza alcuna etica. e le care gattare vi ci sguazzano alla grande e senza alcun ritegno, anche solo a suon di luoghi comuni:
* era uno stupratoreeeeh!!!!
* la povera vittima era stata comprata con soldi misogini! doppiamente vittima!
* violenza patriarcale glorificata!
* ci stupranoooh ed il sistema glorifica gli stupratori!
* etc etc

MA

mentre le femministe gozzovigliavano su questi fatti…

in quei momenti, stava prendendo sempre più piede dall’altra parte del pianeta, una pandemia localizzata.
divampava, in maniera terrificante, un virus.
cina, wuhan. (tanto per ricordare a CNN e francesi che hanno dipinto l’italia come il paese “untore” di questo virus)(infami)
per chi girava la rete, in quel periodo trovava filmati e foto PREOCCUPANTI. a capire cosa fosse vero e cosa no, in quel momento non era semplice. e non lo sarebbe tutt’ora. ma i filmati dei sacchi neri accatastati, i roghi dei cadaveri scoperti dai satelliti con emissioni di SO2 (poi rivelatasi bufala, poi no aspetta, forse si, forse boh… poi forse i dati sono diventati esatti ad oggi a mesi di distanza) e tutto il resto… non veniva recepito da noi.

perchè? ma c’erano problemi ben più gravi! tipo:
* femminicitioooh!!!
* violenza patriarcaleeeh!!!!
* dovremmo chiamare la nazione matria!!!!

ma soprattutto: un virus cinese del cazzo è solo un’invezione del patriarcato per distogliere i problemi femministi! (si lo hanno detto davvero le femministe)

e qui passiamo al capitolo seguente.

PARTE 3 – femminismo che deride i maschi morti.

siamo a fine gennaio, in australia le femministe hanno fatto una campagna mediatica per infangare i maschi, che erano quelli per la maggiore a lottare nelle fiamme. in tutto il mondo le femministe lucravano sulla morte dello “stupratore” Kobe Bryant… ma anche sui troll che postavano le foto delle gattare in cucina nel caso di una guerra mondiale.

intanto… il Covid19 era letteralmente fuori controllo.

non passa molto ed il virus con le sue varianti arriva anche da noi, ufficiosamente in febbraio nel mondo occidentale.

mondo occidentale che per il femminismo è (ricordiamolo) la landa oppressa dai maschi bianchi violenti stupratori assassini colonizzatori. e le femministe? beh, con quell’intelletto fecale di cui dispongono, subito a battere cassa e schernire dalle loro paginette gattare a suon di slogan via sharing selvaggio. tipo LEI, la gnorri femminista ipocrita in malafede per eccellenza:

sommamerda_n

ciccina cara! ha avuto 39 di febbre!!!!

ha avuto la febbra!!!!

lafebbra

la sig.ina Somma “non capiva”. di certo non capisce. sicuramente MAI capirà. ma tutto ok, è femminista. può fare e dire il cazzo che vuole.

ma è niente, rispetto alla diffusione del tormentone femminista più noto

“il femminicidio fa piu’ morti che il coronavirus!!!!!”

ah.

eeeh… la vita…

riesce sempre ad essere tremendamente ironica.

difatti:

ad oggi (31 Marzo 2020), ci sono 13.000 morti causa Covid19.

(in costante aumento)

quindi… ricordiamo con piacere quanto detto dalle femministe: il femminicidio fa piu’ morti che il coronavirus! il coronavirus è un’arma patriarcale per mettere in ombra i grandi problemi femministi. ed ancora, le tante altre femministe che sminuivano a suon di “è tutto isterismo, è solo un’influenzaaah!!!! l’influenza uccide maggiormenteeeeh!!!! informateviiih!!! ci togliete visibilità e nascodente che il femminicidio fa piu’ morti de sto coronavirus” .

ricordiamole, pensando i 13000 morti ed i prossimi che creperanno.

tornando “allo ieri” , manco a farlo apposta, la nazione finì in quarantena. ferma. con dottori, infermieri e personale medico CHE MORIVA, CHE MUORE e che purtroppo continuerà a morire. contagiato a loro volta dai pazienti che cercano di salvare. ma ehy: è solo un influenza! fa più vittime il femminicitiooooh!!!!!

…ma è sola una parte. l’altro femminismo, quello al potere e non nelle camerette da facebook, quel femminismo che “lotta” per far vedere che se ci fossero le donne al potere, il mondo sarebbe troppo più migliorissimo, mostra tutto il suo valore:

  • Christine Lagarde affossa una nazione con la sua inettitudine: LEGGIMI
  • lo stato femminista finlandese che brancola a muzzo nell’inettitudine femminista – fintanto che vivevano di proclami “eh noi femmine siamo il meglio” ma quando c’è da cavare via merda… beh sticazzi: LEGGIMI.
  • mettiamoci anche lillona gruberetta che sminuisce un professore perchè maschio: LEGGIMI

ma il fatto è che il coronavirus falcidia i maschi. (69.2% di morti sono maschi)
quindi, alle femministe… MA CHE CAZZO JE FREGA?!?!?!?!! anzi…

maschi che muoiono… è il più bel momento delle femministe.

i morti mediamente hanno 78 anni. il 70% dei morti Covid19 sono maschi.

quindi, a ricapitolare… non solo i maschi vanno in pensione più tardi rispetto le femmine e muoiono naturalmente prima. con il coronavirus sono anche i più favoriti a crepare male (da soli, lontano dalla famiglia)(ok che è una condizione naturale per le gattare femministe, ma per le persone normali, non è proprio così). beh… si può dire che le cose sono migliorate da un punto di vista femminista XD (report salute del governo: LINK| conteggio worldwide: LINK)

e tanto per rimanere in tema… anche tra i camici bianchi si muore. curiosamente nei media (tenuti in scacco proprio dal femminismo) si omette la percentuale dei generi, questa volta! MA GUARDA IL CASO!!!! forse perchè praticamente sono tutti maschi a morire? medici ed infermieri maschi che curano anche femmine e che poi sono morti cause esposizione al virus 🙂 (mi piace ricordare questi fatti, quando il femminismo per un secolo ha veicolato un unico concetto: maschi tutti pezzi di merda, stupratori, violenti, colonialisti, oppressori).

tipo:

quotes

però ehy, il femminismo lotta per il bene di entrambi! non svaluta i maschi, siamo loro alleati!!! 🙂

si ciaone.

intanto è quarantena forzata… quindi tutti a casa!!! ed ovviamente visto che le femministe devono sempre battere cassa, eccole rivangare l’evergreen: ci obbligate a casa dai nostri compagni violentiiih!!! datece i soldiii!!!!!!

ora, ennesima digressione: avete presente il giappone? quel paese che per il femminismo è il regno della misoginia patriarcale violenta ed oppressiva?!?!?!!? beh, un anno fa salta fuori che in giappone, sono i mariti quelli che telefonano per chiedere aiuto per farsi aiutre dalle mogli oppressive e violente!!!! (LINK) in giappone! in giappone!!!! in quel mondo dove regna il rispetto!!!!

SPETTACOLARE.

ma tornando alla nostra quarantena… agli albori della nostra quarantena… era bello gironzolare per le pagine femministe, durante il periodo di pandemia globale, per gustarsi una quantità di malvagità femminista disponibile liberamente e legalmente nelle loro paginette facebook / twitter / blogs.
e trovare i consigli femministi alle divorziate… era nettare. robe tipo: “il bancomat vuole vedere i figli? e voi dite che siete in quarantena e vaffanculo! bancomat deve solo tirare fuori il cash e pagare. (perchè il femminismo vuole giustizia ed uguaglianza, no? 🙂 )
e se osa tornare con la polizia… beh, care sorelle, voi starnutite e tossite” 🙂

per poi ritornare al grande problema mondiale. il femminicitioooh!!!!

ah si.

femminicidio.

PARTE 4 – la malafede femminista.

andiamo a curiosare un attimo il contatore femminista.

aspetta un attimo…
ma…
ma che cazzo…???
MA CHE CAZZO STO LEGGENDO PORCA TROIA?!?!?!

controllando un attimo sul famoso contatore di femminicidi… filtrando marzo, il mese “quarantena”, rivenduto dalle femministe come “il periodo in cui le donne in casa vengono massacrate dai maschi stupratori assassini, costrette in casa dalla pandemia (che fa meno morti del femminicidio, ricordiamo le loro parole) e quindi costrette ad essere oppresse“, trovi che ad essere uccise… sono state 7 femmine.
7 eh.
non 70.
7.
ed è femminicidio emergenza nazionale perchè poi con il coronavirus siamo obbligate in casa con i nostri maschio violenti oppressori stupratori assassini!!!!

ooooooooooooooook….

guardiamoli questi casi. delle 7 vittime….

  • 1 è stata uccisa da uno stalker. e qui, il dato ha un senso. ok.
  • 1 è stata uccisa strangolata dal fidanzato. e qui, il dato ha un senso. ok.

…e poi si segue. nello “strano”:

  • 1 è stato omicidio + suicidio di un’ottantenne. che riconferma: ad una certa veneranda età… se ammazzi e ti suicidi, oltre ad una devastante depressione che come al solito le femministe omettono perchè “maschi tutti pezzi di merda”, è anche delirio totale. è senilità allo sbando. ma viene considerata dalle femministe femminicidio… perchè fa comodo. oh si se fa comodo… qui, il dato ha un senso solo se sei femminista.

poi arrivano le robe MOLTO strane:

  • altri 3 casi di femminicidio… compiuti da…? i figli!!!!! I FIGLI!!!!! figli che nella follia totale ammazzano la madre (con uno che ha tentato di ammazzare pure la sorella). e questo sarebbe il premeditato e mirato volere uccidere il genere femmina?!?!?!?!?! – qui, il dato “femminicidio” non ha alcun senso.

ma il meglio…
porcatroia…
INCREDIBILE…
è l’ultimo.

  • la sesta persona “catalogata come femminicidio” è irina maliarenko, morta… a causa dei familiari di Ugo Russo!!!!!!!!!! qui siamo nell’incredibile. la donna era ricoverata all’ospedale Pellegrini, causa violenze da parte del marito/fidanzato, pare. la sorte vuole che un giorno, un rapinatore napoletano viene ferito durante una rapina da un agente e portato all’ospedale Pellegrini, dove muore. i familiari / amici / gang del rapinatore, delle classiche bestie infami, devastano l’ospedale per vendetta (beh… da bestie infami non ci si può aspettare altro) e nella devastazione… irina peggiora, ma con le risorse (umane e non) devastate dai camorristi… irina muore. qui, il dato “femminicidio” ha alcun senso? il femminismo cataloga il tutto come femminicidio!!!!!!!!! geniale!!!!!! allora… oltre che femminicidio, mettiamo come statistica che irina è anche vittima di camorra. e di malsanità… e facciamo che è anche vittima dei napoletani. inquadriamola vittima per ogni cosa… tanto, se devo tirare acqua a questa o quella statistica, allora facciamo come le femministe: come cazzo mi pare. tutto vale se mi fa comodo.

incredibile.

è la totale malafede femminista.

e queste erano i casi di femminicidio recenti ai tempi del Covid19.
dove, ricordiamolo ancora… il femminicidio è l’uccidere il genere femminile perchè femmina è “proprietà” del maschio, si esercita un omicidio di genere.

figli che ammazzano la madre, hanno esercitato omicidio di genere???? volevano uccidere la proprietà femmina perchè femmina? un’ottantenne che ammazza e si suicida che omicidio di genere esercita? patriarcal-senile? ed una che muore perchè delle bestie camorriste sfasciano l’ospedale… boh. ci rinuncio. l’importante è martellare: il femminicidio fa piu’ morti che il coronavirus!!!!!! 7 uccise sono femminicidio emergenza NAZIONALE di questo mese di marzo.

13.000 morti (o per meglio dire… 9100 maschi uccisi) è… beh, niente, “morti di un virus che uccide come l’influenza! basta isterismi! parliamo di problemi veri come la violenza fmminicitaaah!!! 🙂

7 uccise versus 13.000 morti da covid = il femminicidio è emergenza!

questa è la percezione femminista.

percezione completamente delirante. MA a ovvio motivo: il femminismo ha un’agenda politica: il business del vittimismo deve sempre avanzare.

e siamo in una situazione così incredibilmente irreale che i media pubblicizzano apertamente che ci sono poche richieste di aiuto da parte delle donne… per cui è emegenza!!!!!

tralasciando il fatto che di 7 donne uccise, 3 sono state ammazzate dai figli…
sembra più matricidio…

ma questa storia… non è ancora finita.
nooooo.
ad oggi, una delle più note pagine femministe, si batteva a cuor di leone per una traccedia inimmaginabbbbbile!
il foglio dell’autocertificazione… è sessista.
ED E’ UN PROBLEMA GRAVISSIMO A LIVELLO NAZIONALE!!!!!
eccosì, eccoti che mettono tronfie di giustizialismo moralistico puritano il foglio dell’autocertificazione corretto con gli asterischi al posto del sesso!!!!

ABBIAMO RISOLTO I PROBLEMI DEL NOSTRO PIANETA!

solo che in tempo zero… vengono subissate da insulti da praticamente tutta l’italia e da tutti quanti. maschi e FEMMINE. è un vero e proprio disprezzo nazionale tanto che la paginetta di nonunadimeno nasconde subito il post, alla velocità della luce per nascondere la colossale figura ipocrita, meschina e vigliacca appena fatta (non prima di aver bannato dozzine di persone dal poter postare nelle loro pagine). ma inutilmente, i post sono salvi nelle varie pagine antifemministi & co. al solito… internet NON dimentica.

ora…

…arrivati a ‘sto punto…

dove si finisce?

PARTE 5 – tremate, tremate! le streghe son… scappate 🙂

che ci sia un aumento di esasperazione nelle mure di casa, ormai tutti i comuni di tutte le nazioni lo devono affrontare. è una realtà. il fatto è che la violenza esiste in tutti. c’è sempre una figura che diventa carnefice. per le femministe, ideologicamente disoneste, le violenze sono tutte da parte di maschi a femmine. ma realtà e femminismo… è un ossimoro per eccellenza.

il fatto è che da quando è iniziata la quarantena… il femminismo ha iniziato a fare l’esatto opposto di quello che ci si aspettava. una quarantena porta tempo libero e tempo libero porterebbe le femministe a produrre maggior materiale velenoso… MA …così non avviene. beh, oddio… c’è stata si l’ennesima dimostrazione di acume femminista in quel di spagna. c’è un virus che dilaga? nazioni stanno andando in quarantena?eamme checcazzo mennefreca, so’ femminista!!!! annamo a protestare il maschio oppressore!!!!” (LINK). eccosì, migliaia di ritardate si affollarono nello stesso luogo. tanto checcazzo jeffrega? crepano i maschi per il virus. quindi… si sono radunate, sono state insieme, hanno marciato insieme in un assembramento… durante una riconosciuta pandemia globale. di nuovo siamo alle solite: il femminismo non deve dare conto a nessuno. il femminismo è l’unica cosa importante. ma tralasciando queste perle…

il tempo ha mostrato come il femminismo sia sfumato nel silenzio.
femministe scomparse.
femministe mute.

e non è solo da noi italiani. è un fatto a livello GLOBALE.

tizio a caso:

fem_cov

insieme a “x” n° di dozzine di altri similari… se ne trovano a quintalate facendo ricerche veloci online. ovunque. tra i tanti, ‘sto tizio dice quello che dicono tutti:

e si ritorna alla solita grande verità:

NON CI SONO FEMMINISTE SULLE NAVI CHE AFFONDANO.

ed in una società FERMATA da un virus, che ha già avuto a pregustarsi scene orribili tipo le file kilometriche fuori dai supermercati (o le razzie dei supermercati in certi posti)… o ancora meglio… la percentuale di “chi” lavora sul posto rispetto a “chi” lavora a casa (trionfano le femmine nel caldo delle loro camerette… per poi ricordare che sono tutte a casa che devono mantenere figli mariti cane gatto pappagallo far da mangiare far la spesa salvare il mondo costruire navi spaziali tutto questo mentre lavorano 27h al giorno)… abbiamo tutti assaggiato la realtà di un antipasto di società al collasso: è richiesta la forza lavoro (maschile) NON quella femminista. difatti sono tutte “altrove” tipo “missed in action”.

in questo momento non esiste più la canonica moralità mediatica femminista. il femminismo, privilegiato prima della pandemia, ora sta gustando un preambolo di “cavatevela da soli”. 

in questo momento il femminismo dimostra la realtà dei fatti. con una società funzionante… il femminismo è potente, pretenzioso, vittimistico, infido, vigliacco, disonesto ideologicamente e nella pratica. MA in una società traballante… dove il singolo scompare e si valuta la società, il femminismo diventa l’effettivo stato reale: il NULLA.

ed ora girlpower dov’è?

il covid19 ha azzoppato fortemente il sistema (ora in crisi evidente in regioni quali lombardia e veneto) e dovranno essere prese misure ancora più aggressive (no, 4 militari per strada non sono misure aggressive). le care femministe, se le cose dovessero peggiorare MOLTO… rinnegheranno il femminismo stesso in un istante, tradendo ogni loro ideale e senza alcun limite, per sopravvivere.

ma quasi sicuramente, le cose non andranno in vacca. qualcuno pagherà con la vita. altri pagheranno caro questo momento (in maniera economica). ci saranno cicatrici belle grosse per questa storia. ma come diceva il video poco sopra… 

il “patriarcato” ha reso la vita confortevole alle femministe.

eccola la realtà.

che poi, se loro da brave ipocrite viziate hanno pensato bene di cagare in bocca al patriarcato stesso, vestendosi di un ruolo irreale utopico, è palese.

ad oggi un virus sta facendo tremare IL sistema sociale… e le femministe… beh, diciamo che:

ad ora, niente più “metoo”, niente più “time s up”, tutte nascoste nelle loro camerette, da perfette parassite in stasi. pronte a ritornare quando avranno di nuovo indietro i loro bei privilegi garantiti. di nuovo le solite viziate isteriche pretenziose. e… finito questo periodo di pandemia… torneranno subito e di botto. sarà di nuovo lotta al patriarcatoooh che ci opprimeeeeeh!!!!!

non vedo femministe andare a costruire ospedali da campo, continuare a lavorare per servizi essenziali alla sopravvivenza comune rischiando contagio di covid19. non vedo le femministe fare donazioni alla sanità ed agli operatori.

nulla di questo accade. femministe scomparse.

ma non preoccupatevi… torneranno. oh si. e quando avranno di nuovo indietro tutti i loro privilegi che “il patriarcato” garantiva… sarà di nuovo vittimismo totale isterico e guerra al “patriarcato”.

oggi le femministe festeggiano i cadaveri maschi, domani si venderanno di nuovo vittime del patriarcato che le ha protette in pandemia 🙂

cione femministe 🙂

3 pensieri riguardo “guerra, virus, morte. e le streghe sono… andate :)

  1. però c’è da dire che certe misandriche rapate a zero e con la canotta (e piercing e tatuaggi) sognano di diventare soldate jane\amazzoni. difatti parlano solo di donne guerriere che lesbicheggiano tra loro

    "Mi piace"

    1. i sogni femministi possono esistere fin tanto questa società (patriarcale) permette loro questo.
      ed i loro interessano solo a loro, anche perchè non avranno altro.
      almeno gli incel si deprimono. loro dall’inettitudine non potranno mai fuggire.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...