ipocrisia femminista del giorno: Clementine Ford

la news:

dall’australia arriva notizia che, una delle tipiche femministe, tal Clementine Ford…

clementine

(si, è costei)(si, vien quasi voglia di rispolverare la Frenologia)

beh, la cara Clementina… UDITE… viene insultata da un maschio in uno dei vari social media. per l’esattezza, questo è lo scandaloso violentissimo patriarcale messaggio:

clementinevskid

terribile!!!!
questa è oppressione!
questa è violenza patriarcale!

e viste le orribili shockanti minacce ricevute (del resto ricordiamo: il femminismo ha scoperto sHcientificamente che i maschi sono tutti pezzi di merda, stupratori ed assassini)(e che quindi solo i maschi insultano), la cara Ford salva via screenshot quanto ricevuto e ripubblica tutto quanto, nei suoi social media, per il suo pubblico. un 200.000 seguaci fanatici religiosi femminist* , di professione vittime ma con notevoli capacità per riversare odio per quei pezzi di merda maschi violenti oppressori.

ovviamente, visto che lei è femminista… e visto che ha a che fare con maschi tossici… lo screenshot del messaggio finisce al pubblico con il nome del mittente non censurato. idem per la foto del mittente, non censurata e ben visibile

volutamente 🙂

risultato:

i follower femminist* danno il meglio di loro. come? beh, ed essendo il femminismo bontà e purezza, ma anche lotta per la giustizia ed il bene… il maschio viene istantaneamente raggiunto dalla vendetta femminista con INSULTI E MINACCE DI MORTE 🙂

ecco la coerenza femminista 🙂

ma non termina qui… perchè…

la cara e buona femminista Clementine, ha 39 anni.
il maschio oppressore del messaggio… ha 14 anni.

EPICO.

stupendo!

è ‘no zucchero!!!!

ma il meglio della sociopatia isterica femminista non ha fine certo solo con questa vendetta, mettendo alla gogna mediatica un minorenne con nome e foto ben in vista. eh no.

giphy

Clementina contatta la madre del quattordicenne, per far sapere TUTTOOOH!!! ovvero che ha ricevuto insulti. INSULTIIIH!!!! oppressioneeeh!!!! e nota vagamente marginale… per dirle che… si beh… ha messo online lo screenshot. non censurando nome e foto perchè i maschi sono sempre scusati QUINDI con questo gesto ha dato una lezione! perchè le femmine sempre oppresse!!!

la madre, capendo di avere a che fare con una infame femminista, chiede pietà a questo patibolo, chiede di togliere i dati del figlio dalla gogna mediatica. visto che ormai erano passate parecchie lune, visto che il figlio era stato ormai bello che subissato d’insulti e minacce dagli squadroni femminist*… la cara e buona Clementina, accetta.

che buona!
e brava!!!

🙂

ora… se a questo punto avete una sorta di sensazione, tipo disorientamento etico, conti che non quadrano… tranquilli, è tutto normale! in un mondo dominato dalla retorica vendicativa feroce forcaiola femminista e dove i media sono gestiti dalle direttive femministe…  predicare ideali nobili e poi attuare odio e violenza… è ASSOLUTA normalità. la coerenza ed il femminismo sono opposti assoluti, come bianco e nero. in un contorno infinito d’ipocrisia.

…e per contenere tutta l’ipocrisia femminista, l’universo ha dovuto espandersi nell’infinito.

ora… analizziamo la situazione: partiamo in primis con il double standard sessista? vogliamo immaginare cosa sarebbe potuto accadere se un maschio avesse pubblicato, allo stesso modo, un messaggio simile inviato da parte di una quattordicenne? vogliamo immaginare o evitiamo? …si ecco… evitiamo dai 🙂
proseguiamo valutando le conseguenze di questo gesto? ricapitolando, la cara femminista:
1) rende pubblico un messaggio privato.
2) rende pubblici dati relativi del mittente: nome, cognome e riconoscimento del volto.
3) mette volontariamente al patibolo un minorenne indirizzandone l’odio nella forma di insulti e minacce come vendetta.
stupendo!!!! e la cosa fantastica è che sarebbero reati. la cosa incredibilmente gustosa è che queste azioni sono state commesse volontariamente!!!!!!!! tipo non è che ops! ho lasciato il pc acceso, l’uomo bianco malvagio è entrato dalla finestra di nascosto (tipico del patriarcato)

tipo come in questo caso: 

caty la ipocrita

 

eeeeh… quando il patriarcato ti entra dalla finestra di nascosto e ti scrive nel tuo account twitter “il maschio bianco etero è inadeguato e fortemente dannosooooh” ed a quel punto, sgamata… è colpa del collaboratore!!!! ovvio, è sempre il maggiordomo il colpevole. cioè, è sempre il collaboratore.

genialità femminista pura.

ma tornando alla Clementina… la cara femminista Clementine Ford mette TUTTO online, pianifica con l’intento di FARE vendetta e far avere al ragazzino una valanga di odio. perchè il femminismo è giustizia e la violenza è cosa da maschi!!!!!

quindi conseguenze legali? beh… ecco… NULLA. la legge fa le spallucce e via. nessuna conseguenza 🙂

perchè? ma perchè la giusta e cara Clementine Ford… è femminista 🙂
ed il femminismo è legge 🙂

ed alla fine siamo alle solite:
il femminismo si prodiga in salti carpiati etici, per mostrarsi sempre e solo vittima (i maschi opprimono, è colpa di questi maschi tossici stupratori assassiniiih!) ma nei fatti, poi, è un agglomerato di ipocrisie sempre giustificate, fino alla contraddizione più assurda… per cui la vittima dichiarata… alla fine è il vero carnefice.
plot twist ovvio, tranne alle femministe che negano l’innegabile. perchè sono l’ipocrisia.
e questi eventi mostrano anche come la VERA gioia femminista sia l’ottenere vendetta e minacce di morte ad un maschio. quelle stesse cose che, se ricevute… beh è un “aaaah siamo oppresseeeeh!!! badriargadddddoooo” ma se invece le subisce un maschietto “ahahaahaha sfigato, facciamo giustiziaaaah“.

alla facciazza di tutte le belle ed ipocrite parole, tipo “lottiamo per la giustizia ed rispetto, siamo meglio dei maschi oppressori!!!

si certo. stocazzo.

ma la parte più incredibile è l’annotare il sadismo sociopatico:
una volta ottenuto tutta questa vendetta, non vi è alcuna remora ma solo piacere e soddisfazione. e le carnefici femministe a piede libero ed IMPUNIBILI.

…e da noi… non cambia molto. abbiamo la Selvaggia Lucarelli (articolo in merito alla selvaggia lucarelli) ma anche una come la Boldrini. l’unica differenza è che al momento non hanno fatto vendetta da bullette con minorenni. almeno… per quanto ne possiamo sapere ad oggi.

cmq meglio ri – ri – ri – ricordare:

il femminismo lotta per la giustizia, contro ogni forma di bullismo e violenza. sia fisica sia verbale!!!!

image

 

Un pensiero riguardo “ipocrisia femminista del giorno: Clementine Ford

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...